Puregreen Blog

Edilizia Green

L’ULTIMO LAVORO DI ZAHA HADID È PURE GREEN

È stato il suo ultimo lavoro quello che vedrà la luce ma che lei non potrà vedere: è la torre che sorgerà a Melbourne a firma della grande architetto Zaha Hadid. Si tratta di un progetto di bioarchitettura, una torre ad uso misto, un greenbuilding pensato per il distretto degli affari della città australiana che consumerà circa il 50% in meno di energia rispetto a un analogo edificio progettato e costruito però in maniera tradizionale.
Alta 178 metri, per un totale di 54 piani per complessivi 420 uffici, appartamenti e spazi commerciali, la torre è stata progetta per ottimizzare le risorse energetiche. A partire dalla facciata disegnata in modo tale da ridurre e regolare accuratamente il guadagno di calore, che nell’arco di vita utile della torre contribuirà ad abbassare notevolmente le emissioni, fino a vetrate altamente performanti, passando attraverso un sistema di raffrescamento centralizzato, un’illuminazione ad alta efficienza, e il sistema di riciclo e riuso delle acque reflue.
L’ultimo lavoro di Zaha Hadid guarda a un futuro che, ancora una volta, è green. Anzi pure green.

Madame Zaha, così come era universalmente conosciuta, è stata una delle personalità più eclettiche e importanti della nostra epoca (nel 2010 il Time l’ha inserita nella classifica delle 100 più influenti). Nata a Baghdad, in Iraq, in uno dei primi edifici bahuaus della capitale ha imparato fin da piccola ad amare ciò che è moderno e all’avanguardia. Questo suo ‘amore’ per il modernismo l’ha portata ad essere una fondamentale esponente del movimento decostruttivista contemporaneo. Con uno sguardo sempre rivolto al futuro e al bene del pianeta Madame Zaha ha dato vita a progetti e prototipi rivoluzionari, come, ad esempio la Z. Car, macchina ad idrogeno a tre ruote.

Serve aiuto?

Serve aiuto? Un nostro operatore è pronto ad aiutarti, scegli il metodo che preferisci

oppure chiamaci gratis al numero verde 800.189.554

chiudi