Rinnovabili: calo del 12% tra gennaio e ottobre 2016 | News Green Energy
Cerca
CERCA
PLT puregreen
Home news notizie green rinnovabili calo gennaio ottobre 2016
Notizie Green dall'Italia
26.12.2016

Produzione elettrica, nei primi 10 dieci mesi rinnovabili in calo del 12%

La domanda di energia elettrica, nello scorso mese di ottobre, è calata dell’1,7% rispetto allo stesso periodo del 2015, mentre cresce la produzione interna (+7,1%) grazie soprattutto all’aumento del termoelettrico (+1,9%). A indicarlo è il rapporto mensile di Terna, il principale operatore di reti per la trasmissione dell'energia nazionale.
Sebbene, poi, nello stesso mese di ottobre si sia registrato un aumento della generazione da fotovoltaico (+13,4%) e da eolico (+1,3%) l’importante calo della produzione idroelettrica (-35,4%) e geotermica (-1,4%) ha pesato non poco sull’andamento del trend del settore delle rinnovabili.
Più in generale, spiega Terna, nei primi dieci mesi dell’anno la produzione cumulativa da fonti rinnovabili risulta in diminuzione: da gennaio a fine ottobre si attesta sui 91,2 TWh, contro i 94,5 del 2015 e i 102,1 del 2014. Quindi, nei primi 10 mesi del 2016 le rinnovabili hanno prodotto 3,2 TWh in meno rispetto allo stesso periodo del 2015, cioè cala del 12% (e quasi 11 TWh rispetto a gennaio-ottobre 2014). Con questi numeri, la quota di rinnovabili nel periodo gennaio-ottobre 2016 scende a 35,4%. Ancora: secondo i dati presentati da Terna, sulla produzione nazionale, la percentuale di rinnovabili è al 40,4% (era al 41,2% nel 2015 e al 45,2% nel 2014). Questo trend di diminuzione della generazione elettrica da fonti rinnovabili, anche con una domanda in flessione, è ovviamente da imputare soprattutto all’idroelettrico, che perde oltre 5 miliardi di chilowattora in un anno e ben 14 rispetto al 2014 (anno – va ricordato - con eccezionale idraulicità). Saldo leggermente positivo anche per la produzione da fotovoltaico - che secondo i nuovi dati ritorna in linea anno su anno - da biomasse e geotermica. L’eolico cresce dell’11,8%.
Pertanto, secondo i dati Terna, il fotovoltaico copre finora il 22,5% di tutta la generazione da rinnovabili, in aumento rispetto al 2015. L’idroelettrico scende al 40% circa, mente l’eolico passa dal 13,7% del 2015 al 15,8% di quest’anno, avvicinandosi alla produzione da bioenergie.
 
 

articoli correlati