Nuova etichetta energetica: in consigli per risparmiare | News Green Energy
Cerca
CERCA
PLT puregreen
Home news notizie green etichetta energetica nuova
Notizie Green dall'Italia
21.04.2017

Etichetta energetica 2.0: i consigli per risparmiare

Tante le novità della nuova etichetta energetica, chiamata a rivoluzionare e migliorare la classificazione degli apparecchi ad uso domestico. È IMQ, l’ente l'ente italiano di valutazione della conformità e certificazione prodotti, a sottolineare l’importanza di utilizzare gli apparecchi in modo sicuro e nel rispetto dell’ambiente.

Uno degli obiettivi della nuova etichetta energetica 2.0 (la cui comparsa si avrà comunque non prima del 2019) è la semplificazione delle classi energetiche che fino ad oggi hanno reso piuttosto complessa la loro interpretazione. La piccola rivoluzione in atto prevede  la scomparsa di tutte le classificazioni con il “+”, per passare alla scala univoca che va da A a G (dove G corrisponde alla classe più energivora). In più, verrà predisposto un database dettagliato e in continuo aggiornamento contenente i modelli in commercio, raggiungibile tramite un QR code o un link riportati sull’etichetta energetica 2.0. In questo modo si potranno mettere a confronto i diversi prodotti in maniera immediata e scegliere quello più in linea con le proprie necessità e i propri gusti personali.

Nell’attesa di vederla comparire su lavatrice e forno a microonde, ecco qualche consiglio su come risparmiare:

Lavatrice: utilizzare la lavatrice solo a pieno carico, altrimenti servitevi del tasto “mezzo carico”. Preferire i programmi di lavaggio a temperature poco elevate (40°c-60°c) e lavare a 90 °C solo biancheria veramente molto sporca e resistente: lavare a questa temperatura comporta elevati consumi d’acqua, di detersivo e di energia. Non esagerare con il detersivo: un buon lavaggio non dipende tanto dalla quantità di detergente quanto dalle prestazioni della macchina. Pulire frequentemente il filtro.

Lavastoviglie: per evitare il consumo d’acqua, evitare il prelavaggio. Per risparmiare elettricità evitare di utilizzare la macchina per poche stoviglie ed escludere dal programma la fase di asciugatura: aprendo lo sportello e lasciando circolare l’aria si ottengono gli stessi risultati con il 45% in meno di elettricità.

Frigorifero: collocare il frigo nel punto più fresco della cucina, facendo attenzione a lasciare uno spazio di almeno 10 cm tra la parete e il retro dell’apparecchio, in modo che sia ben aerato. Regolare il termostato su posizioni intermedie. Aprire il minimo indispensabile la porta del frigo e fare in modo di tenerla aperta il meno possibile per evitare la dispersione di temperatura, quindi lo spreco di energia. Sbrinare il frigo prima che lo strato di ghiaccio interno raggiunga i 5mm: la brina aumenta il consumo! Almeno una volta all’anno, pulire le serpentine del condensatore.

Forno: durante la cottura aprire lo sportello il minimo indispensabile. Un trucco è spegnere il forno poco prima che la cottura sia completa per sfruttate il calore residuo; pulire accuratamente il forno ogni volta che viene utilizzato.

Aspirapolvere: prima di aspirare, provvedere a mettere in ordine nell’ambiente per rendere più agevole e veloce la pulizia. Scegliete il modello più adatto alle vostre esigenze, anche in termini di ingombro.

Condizionatore: mentre il condizionatore è in uso, non aprire le finestre. Se possibile, programmare il funzionamento solo nelle ore e per il tempo necessario a rinfrescare la casa.

 

articoli correlati