Come leggere la bolletta della luce | Guide e tutorial energia | News Green Energy
Cerca
CERCA
PLT puregreen
Home news guide energia come leggere la bolletta della luce
Guide Energia
25.05.2018

Come leggere la bolletta della luce

Leggere la bolletta, in tutte le sue parti, non è sempre una operazione facile, anche per i più attenti. Troppe voci, tecnicismi e sigle che possono risultare non chiare a chi, poi, le deve pagare. Ecco allora di seguito una semplice, chiara ed esaustiva spiegazione della bolletta della luce.

Guida su "Dati clienti ed importi fatturati nella bolletta energetica" >
Guida dati fornitura, letture e consumi energetici" >
Guida sul Mix energetico, cos'è e come si legge" >

Prima pagina:

Dati cliente ed importi fatturati


Nella prima pagina della bolletta luce, che si riceva in formato cartaceo o digitale, sono riportate tutte le informazioni relative ai propri dati ed agli importi fatturati.
Di seguito trovate un fac simile della prima pagina della bolletta, con la relativa spiegazione di tutte le voci:



1- Contatti a disposizione del cliente: si tratta dei riferimenti per richiedere informazioni o sporgere reclami al proprio fornitore energetico

2- Numero verde per contattare il servizio di pronto intervento del distributore di appartenenza: nel caso di  per guasti elettrici, irregolarità o interruzione della fornitura attivo H24.

3- Indirizzo di spedizione della bolletta: le informazioni di recapito del cliente

4- Servizio erogato in bolletta: semplicemente di cosa si tratta, ossia la fattura del consumo di energia elettrica

5- Numero della bolletta: è il numero della fattura della propria bolletta  

6- Tipologia di mercato di appartenenza: se la società che fornisce opera nel mercato a maggior tutela o nel mercato libero (ad esempio, PLT puregreen opera nel mercato libero). Per scoprire le differenze tra mercato libero e mercato a maggior tutela

7- Data di emissione della bolletta: quando è stata completata ed inviata la propria bolletta da parte del fornitore di energia

8- Periodo di competenza di fatturazione: a quali mesi di consumo fa riferimento questa bolletta? È indicato qui, e la fatturazione può essere mensile o bimestrale.

9- Situazione dei pagamenti: nel caso in cui ci fossero delle bollette arretrate ancora non pagate, ecco che qui verrà indicato. Altrimenti, sempre in quest’area, verrà spiegato che i pagamenti procedono regolari

10-   Importo totale della bolletta: ossia la cifra da pagare per il periodo di competenza.

11-   Data ultima per effettuare il pagamento: si tratta della data limite entro quale effettuare il pagamento della bolletta luce

12-   Metodo di pagamento scelto dal cliente in fase contrattuale: qui viene indicata la soluzione scelta per effettuare il pagamento della propria bolletta luce

13-   Totale imponibile della bolletta e il totale dell’IVA: questa cifra corrisponde al costo della bolletta esclusa l’IVA ed ulteriori importi aggiuntivi (es. Canone RAI)

14-   Totale della bolletta esclusi ulteriori importi aggiuntivi: questa cifra invece include il costo della bolletta compresa l’IVA, ma sono comunque esclusi importi aggiuntivi (es. Canone Rai)

15-  Canone Rai: la rata periodica per il pagamento del canone di abbonamento alla televisione per uso privato, ossia appunto conosciuto più comunemente come Canone RAI

16-  Totale bolletta da pagare: è il costo della bolletta inclusi importi aggiuntivi. Cioè la cifra da pagare al proprio rivenditore di energia (l’importo corrisponde al numero 10).

17-  Spesa per la materia energia: questo importo comprende gli importi fatturati relativamente alle diverse attività svolte dal venditore per fornire i servizi al cliente finale.

18-  Spesa per il trasporto e la gestione del contatore: questo prezzo comprende le componenti della tariffa di trasporto, distribuzione e misura.

19-  Spesa per oneri di sistema: sono gli importi fatturati per la copertura di costi relativi ad attività di interesse generale per il sistema elettrico o gas. Sono importi che devono essere pagati da tutti i clienti finali del servizio elettrico e servizio gas.

20-  Ricalcoli: è la voce della bolletta luce che comprende gli importi fatturati a debito o a credito. Ossia se ci sono delle cifre arretrate da pagare o un credito da ricevere. È una voce presente in bolletta luce quando vengono ricalcolati importi già fatturati in bollette precedenti per una modifica dei consumi o dei prezzi applicati. Inoltre può essere presente la voce “altre patite”: questa voce è presente solo nelle bollette in cui vengono addebitati o accreditati importi diversi da quelli inclusi nelle altre voci di spesa, come ad esempio interessi di mora, l’addebito/restituzione del deposito cauzionale, gli indennizzi automatici, i contributi di allacciamento. Può qui essere presente, se previsto, anche il Bonus Sociale. Il dettaglio del ricalcolo è disponibile nella seconda pagina.

21-  Importo IVA: è lo stesso dettaglio del punto 13.

22-  Costo medio unitario della bolletta: è il rapporto tra quanto complessivamente dovuto e la materia prima fatturata. Attenzione: il valore del costo medio non corrisponde al costo effettivo della materia prima, in quanto risente della presenza di altri importi.

23-  Costo medio unitario della spesa per la materia energia: è il rapporto tra quanto dovuto per la voce “Spesa per la materia energia” e la materia prima fatturata. Attenzione: questo valore non corrisponde al costo scelto nella fase contrattuale, perché possono essere presenti altri importi.

24- Totale dei kWh fatturati in bolletta: se si desidera sapere quanti sono gli effettivi kWh fatturati nella propria bolletta, questo è il riferimento.

25-  Codice identificativo del cliente: ogni cliente ha un codice univoco assegnato dal proprio fornitore per essere semplicemente riconosciute tutte le sue pratiche. Qui il vostro, e può essere utile da fornire in caso di richiesta di informazioni o reclami.

26-  Nome e cognome o ragione sociale del cliente titolare del contratto.

27-   Indirizzo: dove la fornitura viene fornita l’energia elettrica o il gas. Attenzione: può differire dal punto 3 che rappresenta la sede di invio fattura.

28-  Codice PIN: alcune società di vendita di energia elettrica danno ai loro clienti un accesso per navigare in un’area riservata, per vedere in maniera assolutamente privata i propri consumi ed avere a disposizione un servizio da parte della stessa società. PLT puregreen garantisce questo servizio, e qui è presente il proprio codice pin per accedere all’area riservata nel portale pltpuregreen.it

29-  Rappresentazione grafica degli importi: sono riportati in grafica li importi appena visti nel paragrafo “Sintesi importi fatturati”


Seconda pagina:

Dati fornitura, letture e consumi


Nella seconda pagina della bolletta sono raccolti i dati della propria fornitura, dunque dalla tipologia di cliente alla propria offerta, dal POD alla potenzia impegnata. Nella seconda pagina della bolletta luce sono anche indicate le letture ed i consumi, oltre ad una parte informativa. Ecco di seguito il fac simile della seconda pagina e la spiegazione su come leggere la bolletta per ogni punto indicato:





30-  Indirizzo di fornitura: viene qui ripetuto l’indirizzo al quale viene fornita l’energia dal rivenditore

31-  Contratto: è qui indicato il proprio codice e la data di attivazione del proprio contratto di fornitura energia elettrica

32-  Tipologia di utenza fornita: si specifica se si tratta di un contratto di fornitura elettricità per una abitazione, per una attività commerciale o per un condominio

33-  Data di attivazione della fornitura: è la data in cui è iniziata la fornitura. Attenzione: questa data può differire dalla data di stipula del contratto, in quanto non è immediato il passaggio della fornitura

34-  Frequenza di fatturazione: le bollette non sono inviate per tutti i clienti automaticamente con la stessa periodicità, ma questo invio può essere mensile o bimestrale, e qui viene indicato.

35-  Tipologia di offerta: è il nome relativo all’offerta sottoscritta. Sui siti delle società di fornitura, come su PLT puregreen, puoi vedere i dettagli della offerta contrattualizzata.

36-  Data inizio offerta: è la data di sottoscrizione del contratto, cioè da quando si è deciso di aderire alla offerta selezionata

37-  POD: è la sigla di “Point of Delivery”, cioè quel codice alfanumerico che identifica il punto fisico in cui l’energia viene consegnata dal venditore e prelevata da chi diventa cliente.

38-  Tipologia di fatturazione: Monorario, bioraria o trioraria.  Dipende dalla scelta fatta in fase di sottoscrizione contratto ed è basata sulle fasce orarie

39-  Tensione di alimentazione: è il livello di tensione a cui viene trasmessa l’energia dalla rete elettrica. Ad esempio per le abitazioni è di 220V +/- 10%.

40-  Livello di tensione: la tensione può essere BT (bassa tensione), MT (media tensione) oppure AT (altatensione). La differenza consiste nei kV, ossia chilovolt, coinvolti tra 30 e 150 kV si tratta di alta tensione, 1 e 30 kV è a media tensione, mentre se inferiore a 1 kV il livello è di bassa tensione

41-  Potenza contrattualmente impegnata (kW): è il livello di potenza (ossia quantità di energia consumata nell'unità di tempo) indicato da contratto e viene definita in base alle esigenze del singolo cliente. Se ci fossero esigenze particolari è importante sottolinearle in fase di sottoscrizione contratto con il proprio operatore.

42- Potenza impegnata: è il livello di potenza (kW) effettivamente prelevato in ciascun mese rilevato dal proprio contatore.

43-  Potenza massima prelevata: questa voce significa il consumo prelevato da inizio fornitura con il proprio fornitore di energia elettrica.

44-  Lettura effettiva: questi dati vengono rilevati direttamente dal distributore. In mancanza di letture effettive viene svolta la lettura stimata, ossia calcolata in mancanza di letture effettive. Autolettura: lettura effettiva comunicata dal cliente

45-  Consumo rilevato: significa il consumo derivante dalla differenza delle due precedenti letture

46-  Dettaglio delle imposte applicate alla fornitura.

47-  PLT puregreen informa: puntando sulla trasparenza, oltre che sull’energia rinnovabile, PLT puregreen fornisce in questo paragrafo spiegazioni sulla bolletta luce, con informazioni generali a disposizione del cliente riguardanti modalità di pagamento, bonus sociale, interessi di mora, indicazioni sulle modalità di comunicazioni di reclami, rateizzazione e canone Rai.
 
 
Terza pagina:

il mix energetico






48- Il mix energetico: sebbene in ultima pagina, si tratta comunque di una parte decisamente importante da leggere della bolletta. È qui che si trova la tabella del mix energetico, ossia quali sono le fonti primarie utilizzate per la produzione dell'energia elettrica venduta dall'impresa (in questo caso PLT puregreen) a confronto con la media nazionale delle fonti utilizzate da altri produttori di energia elettrica immessa nel sistema elettrico italiano.

 

Vuoi prenderti cura della salute dell’ambiente e di quella della tua famiglia?
Compara la tua bolletta e scopri quanta C02 eviteresti di immettere nell'atmosfera con PLT puregreen. Tutte le nostre offerte offrono solo energia prodotta esclusivamente da fonti 100% rinnovabili e Made in Italy per la tua casa e la tua impresa.

tag

articoli correlati