Puregreen Blog

G7: il punto sul clima

Si è da poco concluso il G7 di Taormina, una sorta di banco di prova per Donald Trump dopo le dichiarazioni rilasciate a proposito degli accordi sul clima che, nei giorni scorsi avevano sollecitato anche una telefonata del neoeletto primo ministro francese Macron al presidente degli Stati Uniti.
Tra i tanti temi in discussione il clima era, infatti, tra i più ‘cogenti’ e a tal proposito il consigliere economico della Casa Bianca, Gary Cohn, ha dichiarato: “il presidente è propenso a comprendere le posizioni europee, vuole ascoltare chiaramente quello che i leader europei hanno da dire, vuole avere un dialogo aperto”.
Dal canto suo Jean-Claude Juncker, presidente della Commissione Europea ha ribadito la posizione dell’assemblea:  “Per noi l’accordo di Parigi deve essere implementato interamente”.
Al di là dell’ufficialità della manifestazione, il G7 ha ospitato anche diverse manifestazioni e polemiche messe in atto tra gli altri dal WWF: “I leader delle sette grandi economie del mondo devono indicare la via per agire sul cambiamento climatico rispettando gli impegni assunti nell’Accordo di Parigi e poi impegnarsi a fare di più”,  hanno protestato gli attivisti  Wwf. “I leader del G7 si incontrano solo pochi mesi dopo che il 2016 è stato dichiarato l’anno più caldo. Quello è il segnale. Lo sbilanciamento globale delle emissioni prodotte dall’uomo è la causa principale. Le temperature in aumento stanno impattando sulla vita e il sostentamento delle comunità più vulnerabili. La perdita di biodiversità sta indebolendo la capacità della natura di fornire i servizi su cui dipende la sopravvivenza umana. Quindi, se da un lato sarà necessario uno sforzo collettivo enorme per affrontare le sfide del cambiamento climatico, gli sforzi del G7 sarebbero importanti”. Mariagrazia Midulla, responsabile clima e energia del Wwf Italia, ha aggiunto: “Il motto dell’Italia per la sua presidenza del G7 è Costruire le basi per una rinnovata fiducia con i cittadini. Per costruire una reale fiducia, è importante che l’Italia e gli altri leader del G7 mantengano i propri impegni sul clima”.

Serve aiuto?

Serve aiuto? Un nostro operatore è pronto ad aiutarti, scegli il metodo che preferisci

oppure chiamaci gratis al numero verde 800.189.554

chiudi