Puregreen Blog

Normative

Corte Costituzionale: lo “Spalmaincentivi” sul fotovoltaico è legittimo

Nessuna buona notizia per i proprietari di impianti fotovoltaici: la Corte costituzionale ha infatti dichiarato infondata la questione di legittimità costituzionale dell’art. 26 (nello specifico si tratta dei comma 2 e 3), del decreto cosiddetto “Spalmaincentivi”, (legge 24 giugno 2014, n. 91, convertito, con modificazioni, dalla legge 11 agosto 2014, n. 116), per quanto concerne l’energia prodotta da impianti fotovoltaici. A renderlo noto è stata la stessa Consulta che, però, non ha ancora pubblicato le motivazioni della sentenza.
Lo “Spalmaincentivi”, entrato in vigore a inizio 2015, prevedeva la riduzione degli incentivi riconosciuti dal Conto energia per gli impianti di taglia superiore a 200 kW. I proprietari potevano scegliere tra diverse opzioni, tra cui quella che prevedeva una diminuzione dell’incentivo rispetto alle tariffe già concordate e una sua spalmatura su un periodo di tempo di 24 anni e non di 20, o una tariffa rimodulata in un arco di tempo di venti anni. A richiedere l’intervento della Corte Costituzionale è stato il Tar del Lazio, dopo il ricorso presentato da Assorinnovabili e Confagricoltura. Lo stesso presidente della corte Costituzionale Valerio Onida ha dichiarato il decreto incostituzionale perché – come ha sostenuto in passato, “violerebbe sia le norme costituzionali in materia di retroattività e di tutela dell’affidamento, sia gli obblighi internazionali”.

Serve aiuto?

Serve aiuto? Un nostro operatore è pronto ad aiutarti, scegli il metodo che preferisci

oppure chiamaci gratis al numero verde 800.189.554

chiudi

Pacchetto Premium PLT puregreen